Cammei

Shell Cameo Cammei Torre del Greco

I Cammei. La tradizione originale di Torre del Greco

Così come il corallo, anche i cammei sono un tesoro che nasce dal mare. Nel corso dei secoli la lavorazione dei cammei a Torre del Greco si è affermata come vera e propria tradizione, che ha portato il nome della città in giro per il mondo, riuscendo a stupire per la bellezza delle lavorazioni estimatori di ogni dove.

 

Una questione di famiglia

La ditta Aucella è una ditta storica di Torre del Greco, a conduzione famigliare. Affidandosi a maestri artigiani del luogo, l’azienda è in grado di realizzare qualunque tipo di cammeo, con qualsivoglia genere di raffigurazione, in base alle singole necessità e alle più diverse richieste. La duttilità delle conchiglie e l’abilità degli artigiani, che le lavorano, permettono di creare veri capolavori altamente personalizzati, dai loghi aziendali, a simboli o altri disegni. Di varie grandezze e misure, i cammei possono essere esposti sulle scrivanie, oppure trasformati in preziosi gioielli da indossare, lasciando raccontare loro le storie di ciascuno.

 

Gioielli che vanno oltre il tempo

I primi cammei si fanno risalire verosimilmente al 281 a.C., ma quelli più famosi nell’antichità appartengono alla Roma Imperiale. Nel Rinascimento i cammei si sono diffusi enormemente in Italia, affermandosi come gioielli sentimentali. È durante il periodo borbonico, che la cittadina incastonata tra il Vesuvio e il Golfo di Napoli si attesta come “Capitale mondiale del cammeo”. È proprio a Torre del Greco che la lavorazione del cammeo viene tramandata di padre in figlio, nel pieno rispetto della tradizione, custodendo gli antichi segreti di un’arte unica e vera.